Cosa mangiare in Puglia: viaggio culinario tra i prodotti tipici

Le tipicità pugliesi per il palato sono una gioia per chiunque arrivi nella regione, un leitmotiv per numerosi viaggi, i cui itinerari sono definiti proprio in relazione ai prodotti che rendono peculiare il suo patrimonio gastronomico. 

La “hit parade” delle tipicità pugliesi è dominata dalle orecchiette. Poi quando queste incontrano le cime di rapa non ce n’è davvero per nessuno. Uno dei migliori indirizzi dove gustarle è L’Osteria Antichi Sapori di Pietro Zito (piazza Sant’Isidoro 7-12, Montegrosso di Andria (Bt), tel. 0883 569529, www.pietrozito.it). 

Le piccole ciambelline cotte al forno, croccanti e frolli, si trovano in tutta la regione. Trionfano quelli al finocchietto, ma non sono da meno quelli all’olio di oliva, al pepe e al peperoncino. Panificio San Ciro, Grottaglie (Ta), Via Lecce 34, tel. 099 5635332. 

Focaccia rustica cotta al forno a legna abbastanza spessa, punteggiata da tanti pomodorini e insaporita con origano e sale grosso. La migliore all’Antico Forno Santa Chiara, Via L. Martucci 10, Altamura (Ba), cell. 329 1524177. 

Marchiato dop, è il più celebre. Cotto in forno a legna, a base di farina di grano duro, semola gialla e lievito naturale acido, può essere conservato per circa due settimane. Compratelo all’Antica Casa Di Gesù

Prodotto con grano di semola rimacinata secondo una secolare tradizione laertina. Da provare quello del Panificio Di Fonzo (www.panificiodifonzo.it). 

Bianca, morbida, succosa e leggermente sapida, questa mozzarella made in Puglia è un vero e proprio vanto per tutta la regione e l’area Murgiana. Ottima al Caseificio Gioiella, Via Sant’Eramo 97-99, Gioia del Colle (Ba), tel. 080 9982710, www.gioiella.it 

Il miglior insaccato di Puglia, presidio Slow Food. Trionfa negli antipasti. www.capocollodimartinafranca.it 

Ciambella di grano duro tostata al forno da consumare inumidendola nell’acqua e poi mangiarla
con un condimento di pomodoro fresco, olio extravergine di oliva, sale e origano. Panificio Caroppo, Via Sant’Anna 52, Specchia Gallone (Le), tel. 0836 818519. 

È uno dei prodotti ambasciatori della tradizione casearia pugliese dal sapore denso e deciso con retrogusto pizzichino. Caseificio Contento, Via Messapia 15, Grottaglie (Ta), tel. 099 5639107, www.caseificiocontento.it 

Una sacca elastica in pasta filata, farcita con un morbido ripieno di pezzi di mozzarella e panna di latte, avvolta in aromatiche foglie di asfodelo. Fior di Pascolo, Via Seneca 34, Andria (Bt), cell. 335 8002904

– Molte macellerie pugliesi hanno un vanto: la trattoria. Poco chic, sono spesso delle stanzette dove gustare la carne scelta al bancone. A Cisternino (Br), c’è l’Arrosteria del Vicoletto, via Giulio II 16, tel. 080 4448063. 


– Da non perdere un giro per le strade del centro di Santeramo in Colle (Ba) dove ci sono tantissime bracerie che propongono anche carne di cavallo. 


– Gustate la carne cotta alla brace e servita in tradizionali piatti in terracotta alla Bettola di Paricle, piazzetta San Giovanni, Specchia (Le), tel. 329 5668108. 

 

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email

Continua il tuo viaggio

Santa Maria di Pulsano

Concluse le 25 tappe della nostra avventura, non resta che goderci l’epilogo che Angela Seracchioli

Puglia

mare, gastronomia e storia… una regione da scoprire La Puglia è la regione meridionale che