Sostenibilità: Il packaging in carta protagonista del food delivery

Carta: una storia antica come il mondo 

C’era una volta, quasi 2000 anni fa… 

Potrebbe iniziare così la storia della carta, che è in effetti una storia di quasi 2000 anni, iniziata nel 105 d.C. in Cina, quando l’eunuco Ts’ai presenta all’Imperatore la sua  invenzione. 

Sempre più ristoratori  scelgono imballaggi cellulosici per la consegna del cibo da consumare a casa ma, troppo spesso, i contenitori non vengono usati per raccontare l’attenzione del ristoratore nei confronti della sostenibilità e fornire indicazioni al consumatore sulle modalità di conferimento alla raccolta differenziata degli imballi.  

Questa scelta  mette in luce come carta e cartone, grazie alle loro caratteristiche di compostabilità e riciclabilità siano materiali particolarmente adatti per l’utilizzo nel food delivery. A questo si aggiunge che carta e cartone sono costante oggetto di ricerca e innovazione al fine di coniugare sempre di più sicurezza del contenuto e sostenibilità del contenitore, confermandosi preziosi alleati nella lotta contro lo spreco alimentare grazie, per esempio, a soluzioni come la nanocellulosa, che garantisce una perfetta conservazione degli alimenti, un alto grado di riciclabilità e grandi possibilità di applicazione. 

 Pochi accorgimenti per un corretto conferimento. 

Sono pochi e semplici gli accorgimenti da seguire in ottica di valorizzazione delle risorse, evitando di vanificare un prezioso impegno nei confronti della sostenibilità. Ecco i principali: 

  • Smaltisci correttamente il packaging in carta che contiene il cibo ordinato. Se l’imballaggio risulta pulito, deve essere smaltito nell’apposito contenitore di carta e cartone, ma se presenta evidenti macchie d’olio o residui di cibo, deve essere conferito nell’indifferenziato o nell’umido se certificato compostabile. 
  • Attenzione allo scontrino! Se stampato su carta termica e sostanze che reagiscono al calore e possono generare problemi nelle fasi del riciclo, non va conferito con la carta. 
  • E i tovaglioli di carta sporchi di cibo? Non vanno con la carta ma conferiti nell’umido. 
  • E la carta per alimenti? Non va nel contenitore di carta e cartone, a meno che non sia indicato sulla confezione. 
  • Ultimo gesto: prima di conferire l’imballaggio in carta nell’apposito contenitore, ricordati di appiattirlo per ridurne il volume. 
  • Per ogni dubbio, si consiglia sempre di verificare anche le disposizioni del proprio comune di residenza
Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email